Il modello Peggio

Fatti un giro a Reggio, via Marina. Una perla del Mediterraneo. Con la fogna a intermittenza all’aria aperta e le scritte sui muri. Del tipo: “Stella incantevole, cucciola, perchè sopra questo mondo amo solo te?” o “Scusa se ho preferito scrivertelo che dirtelo, buon compleanno Veronica 22/04/2011 02:14” o anche “Mico torna da me ti prego” con sequel “Vita mia come farei senza te?morirei…”. Marzullo, chi era costui.

Beh, niente male nell’epoca di Skype, Facebook e precocità giovanile in ogni settore, specie nei telefonini di settantaquettresima generazione. Sul muro di una città che ho recentemente camminato campeggiava una scritta: “Muro pulito, popolo muto” e ne sono fermo sostenitore o mi piace quest elemento che dir si voglia. E allora. Qui siamo di fronte a un popolo che parla e scrive e dice com è, che non si preoccupa di rimanere muto, ne si pone problematiche riguardanti ragioni estetiche o di idiozia generale e va che una bellezza di bomboletta e citazione. E queste opere e operette emergono, urlano, entrano a far parte del contesto, si cicatrizzano con esso e lo ricaratterizzano. Assieme a Rabarama e ai lidi Uniform.

E allora meglio andarsene in montagna.

Fatti un giro a Gambarie, area pic-nic tre Aie. Una perla dell’Appennino non solo per l’anonima sequestri. Nella zona adibita a parcheggio campeggia una bella tabella legnosa semi consunta che informa il visitatore di trovarsi nel Parco Nazionale dell’Aspromonte con in fondo una bella frase di educazione civica di base: Pulito è p ù bello!

E’ martedì e non c’è nessuno, per cui con calma scegli il tavolino vicino alle griglie e alla fontana e ben ombreggiato, con alberi vicini per l’amaca e una sorgente naturale di amaro Lucano, o del Capo vista la location. Gli scricchiolii del tavolo e i balletti delle panche potrebbero far pensare che la manutenzione ultima dei luoghi non sia recentissima. Nel frattempo la mamma si è persa nell’erba alta. Ma tanto ha il cellulare. Beh, poco importa, si sa il gran da fare che ha la forestale in questo periodo di fuochi e fiamme. Tanto c’è la gente per bene che mantiene bene le cose belle che ha. Bene. In un altro posto evidentemente. Perchè qua la monnezza ti guarda con aria di superiorità, spuntando dagli anfratti più disparati. Anche dove pensi di aver trovato un angolo di paradiso verde, ecco da sotto una foglia fare capolino una famigliuola di bottiglie di peroni certamente dirette a far visita ai vicini splughen. Nelle zone più isolate sorprendi piatti di plastica in chiari atti libidinosi con bicchieri e posate, sotto l’occhio vigile di un tipico sacchetto pappone ben annodato ma squarciato sul fianco. E altre mirabolanti avventure a soli duecentometri da tre ipercapienti cassonetti tre vuoti. Con Vista panoramica.

Vorrei fondare la Repubblica Indipendente di Casa Mia e Dintorni Affini.

Se io potrei lo farei.

About these ads

Informazioni su sacchi211

Insegnante iperprecario (regolarmente dotato di Precarycard) della periferia orientale milanese durante la stagione invernale, migro verso le terre calde del suditalia in the summertime e ivi sverno allietando(mi) allegramente con contorno di animazione turistica da villaggio e affini.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il modello Peggio

  1. katuzza ha detto:

    mentre tu giri al sud..c’è chi gira al nord..in cui sorprende l’opposta visione: nemmeno un sacchetto che non sia al suo posto..perfettamente curato nei dettagli…anche il verde sembra disegnato..e in alcuni casi lo è (vedi “benvenuti a lazise” completamente scavato fra le aiuole)
    ma cerchi il profumo del mare …e ti avvicini ad una spiaggia, del lago però…che pur avendo alle spalle la perfezione dei servizi, ti lascia un’immensa malinconia…dove andare quindi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...